La Duna Costiera

sabbia finissima e piante pioniere

1
1

La mezzaluna e le piante pioniere

A forma di mezzaluna si estende per circa 22 km caratterizzata da sabbia finissima e specie vegetali pioniere.

Lungo la costa, da Torre Paola fino a Capo Portiere, si estende per circa 22 km la Duna Litoranea del Parco Nazionale del Circeo con la sua particolare forma a mezzaluna. Caratterizzata da sabbie finissime può raggiungere un’altezza anche di 27 mt. Si possono distinguere tre principali aree dalle differenti caratteristiche morfologiche e vegetali. La battigia: è la parte che si affaccia direttamente sul mare, battuta dalle onde. L’avanduna: è la porzione di duna che non viene di solito raggiunta dalle onde ma che è comunque fortemente esposta alla forza del vento carico di salsedine. Si sviluppano prevalentemente piante alofile tra cui: la gramigna delle spiagge, la camomilla marina, l’eringio marino, l’erba medica marina, il ginestrino, il giglio di mare selvatico, l’ammofila e il carpobrotus acinaciformis. Queste piante si sono adattate alle alte temperature, alle lunghe siccità e al terreno poco fertile.

Grazie alle robuste e lunghe radici che le ancorano al terreno, queste piante attenuano la forza del vento, fissano il suolo e consentono la crescita graduale della macchia mediterranea. La terza area è Il retroduna: è la porzione di duna protetta dai venti marini, dove si sviluppa una rigogliosa macchia mediterranea che, scendendo verso i laghi, lascia il posto a una foresta di sclerofille. Il primo arbusto che troviamo è il ginepro coccolone, poi il lentisco, il mirto, l’alaterno, l’erica multiflora e piante lianose come la clematide e la pungente Smilax aspera. La macchia che si affaccia sui laghi è composta da leccio, ginepro fenicio, caprifoglio e corbezzolo. Tra i mammiferi dell’avanduna ci sono il coniglio selvatico e la volpe mentre nelle aree più boscose l’Istrice e il Tasso. Per quanto riguarda l’avifauna, la duna è particolarmente importante per la riproduzione del Fratino e del Corriere piccolo.

CLICCA IL SEGNAPOSTO PER APRIRE LA MAPPA DELLA DUNA DEL CIRCEO

GUARDA LA GALLERIA DI IMMAGINI

Tre zone dunali

Ci sono tre principali aree dalle differenti caratteristiche morfologiche e vegetali. La battigia, l’avanduna e il retroduna

Forma a mezzaluna

La duna si estende per circa 22 km da Torre Paola fino a Capo Portiere e può raggiungere anche un’altezza anche di 27 metri

Piante pioniere

È caratterizzata da specie alofile che si sono adattate alle alte temperature, alle lunghe siccità e al terreno poco fertile

Leave a Reply